Antonio Conte al PSG

nessun commento Calcio estero ,
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS
Segui via Email

Antonio Conte al PSG. Nella capitale francese è aperto il casting per trovare il prossimo allenatore del PSG. Al momento i papabili sembrano essere rimasti in due: Mourinho e Antonio Conte. I soldi ci sono e l’obiettivo è la conquista della Champions League, vera ossessione della proprietà qatariota. Il portoghese, per ora, non avrebbe dimostrato un particolare entusiasmo verso la prospettiva di passare una stagione nel campionato francese, mentre l’italiano, ormai in partenza da Londra e probabilmente senza possibilità di essere chiamato in nazionale, potrebbe essere stimolato ad accettare la proposta vista la montagna di denaro offerta e la possibilità di spendere a volontà nel mercato. Ma ci domandiamo: se la Juventus per combinare qualcosa in Europa ha dovuto liberarsi di Conte, sarà una buona idea quella del club francese?

Antonio Conte al PSG
Antonio Conte al PSG

Da premiumsporthd.it

I soldi ci sono, l’indecisione pure. Da giorni a Parigi, nella sede del Paris Saint Germain, c’è un continuo via vai di procuratori e direttori sportivi ognuno con un’idea e un nome da offrire al presidente Nasser Al-Khelaifi. Lui ascolta e poi prende tempo.

La priorità, si sa, è una sola: trovare l’uomo giusto per conquistare la Champions League, una vera e propria ossessione ormai per i proprietari qatarioti. E allora via al toto allenatore, che avrebbe a disposizione uno stipendio di circa 13 milioni di euro a stagione. La rosa dei papapbili si sta sempre più restringendo. Dopo le voci, smentite dalla società parigina, di un interessamento per Allegri, ecco che Conte e Mourinhorestano i favoriti.

Pjanic nei guai: botte e maltrattamenti alla fidanzata

Il portoghese, che il direttore sportivo Antero Henrique conosce bene per aver lavorato con lui al Porto, è stato contattato subito dopo l’eliminazione dalla Champions con il Real Madrid. Mourinho non è molto attratto dal campionato francese, anche se l’idea di allenare campioni come Neymar e Mbappé lo stimola.

Conte invece è pronto a cimentarsi in una nuova realtà visto che dalla Federcalcio non arrivano segnali confortanti. A Parigi l’ex ct azzurro avrebbe carta bianca e il presidente sarebbe già pronto ad accontentarlo in tutto, anche se qualcuno all’interno dello spogliatoio storce il naso. Proprio lì l’assenza di un tecnico autoritario ha creato un ambiente un po’ troppo anarchico, con una squadra divisa e lotte interne.

Intanto il Psg, in attesa che a fine aprile rientri Neymar per continuare la rieducazione dopo l’intervento al piede destro, si prepara alla finale di Coppa di Lega, sabato a Bordeaux contro il Monaco, diretta su Premium Sport 2. L’ennesima coppa nazionale che ai parigini ormai va davvero troppo stretta.

 

Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS
Segui via Email