Mourinho non è più special. I tifosi: “esoneratelo!”

nessun commento Calcio estero
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
RSS
Segui via Email

La domanda se la stanno ponendo tutti: Josè Mourinho è ancora lo Special One?

E’ ancora quell’allenatore in grado di cambiare le sorti di una squadra, di portarla a vincere trofei su trofei?

La risposta sembrerebbe essere “no”. E non solo per la bruciante eliminazione di ieri sera ad opera del Siviglia di Montella.

E se non mancano feroci critiche da parte dei tifosi sui social, le parole che fanno più male sono quelle di ex bandiere dei Red Devils come Scholes e Ferdinand.

I pronostici “cassaforte”

da corrieredellosport.it

«Esonerate Mourinho». La rabbia dei tifosi del Manchester United è tutta in questa frase. Dopo la sconfitta interna contro il Siviglia di Montella e la conseguente uscita dalla Champions League, i supporters dei Red Devils si sono risvegliati con tantissima rabbia in corpo e un unico responsabile nel mirino: lo Special One. «Il Siviglia ha inferto allo United una brutale lezione tattica», scrive il Sun. Il Daily Mail ci va giù ancora più duro: «Josè adesso chiede ancora maggiori investimenti, sono frasi a dir poco sorprendenti visto il blasone della squadra che allena». «Lasci fuori Pogba per mettere Fellini, surclassato da Banega», scrive il Guardian continuando il processo a Mou. «Poi ci ripensi e dopo un’ora metti Paul dimostrando la tua confusione. Lo United è apparso balbettante ed incoerente di fronte ad un avversario modesto».

L’arbitro sbaglia e i tifosi gli rubano l’auto

Sui social i tifosi dello United hanno riversato la loro rabbia: «Non domani, non il giorno dopo, non alla fine della stagione, ma STASERA. Cacciate subito Mourinho per favore», si legge su Twitter. «Mourinho è un fottuto dinosauro, un disasterclass», scrive un altro tifoso imbufalito.

Al centro delle critiche ci finisce anche Alexis Sanchez, «pagato un patrimonio e trasformatosi in un fantasma rispetto a quello visto all’Arsenal», scrive il Mirror. L’ex Paul Scholes ci va giù ancora più duro: «Alexis dovrebbe finire in panchina a tempo indeterminato per far spazio a Rashford». L’altra istituzione dello United, Rio Ferdinand, non è da meno: «La squadra è un accozzaglia di gente etranea l’una all’altra». A Mourinho e allo United non resta che la gara di sabato in FA Cup contro il Brighton per provare a salvare una stagione altrimenti totalmente fallimentare.

Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
RSS
Segui via Email