Mamma mi si sta svalutando il Milan!

nessun commento Serie A

Svalutazione Milan. Quando non gira non gira. E piove sempre sul bagnato. Dubbi societari, cambio in panchina e risultati che continuano a essere deludenti. Eppure… eppure in estate e dopo le prime partite sembrava ci fossero tutti i presupposti per fare una bella stagione. Tanti acquisti e mirati, rosa ringiovanita, Montella  che sembrava l’allenatore giusto per valorizzare i giovani arrivati alla sua corte… Ma poi qualcosa non ha funzionato e il primo a pagare è stato proprio il povero Montella. Ora toccherà alla grinta di Rino Gattuso risollevare le sorti della gloriosa società rossonera, ma intanto il valore della rosa cala  picco. oltre al danno la beffa.

Svalutazione Milan
Svalutazione Milan

Da calciomecato.com

l Milan non gira, il cambio in panchina non ha portato quella scossa che tutti si aspettavano. Rino Gattuso ha davanti a sé una strada tortuosa, fatta di tante salite e poche certezze. Sono diverse le cause che hanno portato a una crisi tecnica così profonda: in primis una condizione fisica approssimativa, come testimoniano i quindici minuti finali di ieri vissuti in apnea. Il Diavolo non corre, è penultimo per chilometri percorsi avanti solo al Torino di Mihajlovic. A farne le spesa, in questo momento, è anche il valore della rosa che, nel giro di pochi mesi, si è dimezzata.
ROSA FUTURIBILE – Passare dalle stelle alle stalle in pochi mesi, questo sta accadendo alla nuova dirigenza del club rossonero. I tanti acquisti estivi venivamo accolti con entusiasmo da parte dei tifosi, convinti del valore di un progetto a lunga durata. Perché il nuovo Milan è la squadra con l’età media più bassa del campionato,  di 24,8 per partita. Il tasso tecnico della squadra si è innalzato rispetto alle ultime opache stagioni, i frutti di questa politica si potrebbero vedere a partire dalla prossima stagione. Kessie, tra alti e bassi, è un giocatore con del potenziale da grande squadra, così come André Silva, al netto dei zero gol realizzati in campionato e le tante firme in Europa League.
RISCHIO SVALUTAZIONE –Il pessimo inizio di stagione sta portando a un concreto rischio svalutazione degli ultimi acquisti. Una perdita almeno del 30%, in particolare il valore dei calciatori arrivati in durante il calciomercato  estivo: soltanto Fabio Borini, costato in totale 6 milioni di euro, e Ricardo Rodriguez sono in linea con il valore originale. Ma per capire meglio la situazione basti pensare a Leonardo Bonucci, pagato 42 milioni, o Calhanoglu, pagato 22 milioni più bonus.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *