Qualificazioni europee al Mondiale 2018: la situazione girone per girone

nessun commento Mondiali ,

Mancano 90 minuti al termine della fase a gironi delle qualificazioni europee al Mondiale 2018 e tanti sono i verdetti da emettere.

 

Da www.bet4win.it

 

Volatona finale

 

Siamo arrivati all’atto conclusivo della fase a gironi delle qualificazioni europe al Mondiale 2018 con tanti verdetti ancora da emettere.

Sperando di farvi cosa gradita, di seguito trovate una breve presentazione delle 27 partite dell’ultimo turno, il numero di punti di ogni squadra e le motivazioni di tutte le protagoniste di “una tre giorni” che si preannuncia  emozionante.

Ricordato che la prima classificata va direttamente al Mondiale e che le migliori otto seconde disputeranno il play-off, scendiamo nel dettaglio.

 

Domenica 8 ottobre

Ore 18:00

Girone E

Danimarca (19) – Romania (12): con un pareggio i danesi sarebbero certi del secondo posto e della qualificazione al play-off.

Kazakistan (2) – Armenia (6):  sfida tra due formazioni eliminate da tempo.

Polonia (22) – Montenegro (16): i padroni di casa hanno bisogno di un punto per terminare in testa il gruppo E.

Girone F

Lituania (6) – Inghilterra (23): gli inglesi si sono qualificati per i Mondiali con un turno di anticipo.

Slovacchia (15) – Malta (6): la squadra di Hamsik deve vincere e sperare in un insuccesso della Scozia per arrivare seconda.

Slovenia (14) – Scozia (17): soltanto con una vittoria gli ospiti sarebbero certi di terminare al 2° posto.

Ore 20:45


Girone C

Repubblica Ceca (12) – San Marino (0): battendo la cenerentola San Marino, i cechi conquisterebbero il simbolico terzo posto.

Germania (27) – Azerbajian (10): i tedeschi, già qualificati per i Mondiali, vanno a caccia del 10 su 10, mentre gli azeri oscillano tra le terza e la quinta piazza.

Norvegia (10) – Irlanda del Nord (19): gli ospiti, matematicamente secondi nel raggruppamento, necessitano di un pareggio per agguantare il play-off senza dover dipendere dai risultati altrui.

Lunedì 9 ottobre

Ore 20:45


Girone D

Moldavia (2) – Austria (12): gli ospiti non possono migliorare la loro quarta piazza sul terreno del fanalino di coda.

Serbia (18) – Georgia (5): con un successo, la Serbia è a Russia 2018.

Galles (17) – Irlanda (16): il derby britannico vale il secondo posto nel girone.

Girone G

Albania (13) – Italia (20): gli azzurri hanno già la sicurezza di partecipare al play-off.

Macedonia (8) – Lietchtenstein (0): incrocio tra le ultime due del raggruppamento, certe, rispettivamente, del 5° e 6° posto.

Israele (12) – Spagna (25): spagnoli al Mondiale 2018, i padroni di casa possono ancora conquistare la simbolica terza piazza.

Girone I

Finlandia (8) – Turchia (14): confronto tra due squadre che guarderanno il Mondiale dal divano di casa.

Ucraina (17) – Croazia (17): scontro diretto che, presumibilmente, assegnerà la seconda posizione.

Islanda (19) – Kosovo (1): superando il fanalino di coda, l’Islanda sarebbe certa di andare in Russia.

Martedì 10 ottobre

Ore 20:45

Girone A

Francia (20) – Bielorussia (5): battendo i bielorussi, la Francia si qualificherebbe per il Mondiale 2018 senza dover dipendere dal risultato di Olanda-Svezia.

Lussemburgo (5) – Bulgaria (12): i padroni di casa contendono il simbolico quinto posto alla Bielorussia; i bulgari chiuderanno quarti.

Olanda (16) – Svezia (19): dopo l’8 a 0 farsa tra Svezia-Lussemburgo, gli olandesi sono a 3 punti e 12 reti di distacco dagli scandinavi nella corsa alla seconda piazza.

Girone B

Ungheria (10) – Isole Far Oer (9): c’è in ballo una terza posizione simbolica con gli ungheresi che hanno a disposizione due risultati su tre.

Lettonia (4) – Andorra (4): match che assegna soltanto il quinto posto nel raggruppamento.

Portogallo (24) – Svizzera (27): complice una migliore differenza reti, ai lusitani basta vincere per scavalcare gli svizzeri e andare al Mondiale senza passare dal play-off.

Girone H

Belgio (25) – Cipro (10): i padroni di casa sono qualificati per Russia 2018; i ciprioti, eliminati matematicamente, oscillano tra il quarto e quinto posto.

Estonia (11) – Bosnia-Erzegovina (14): con la Grecia, 2°, che ha un impegno morbido con Gibilterra, Dzeko e compagni hanno praticamente detto addio alle ultime chances di play-off.

Grecia (16) – Gibilterra (0): i greci devono arrivare a 19 e sperare di mettersi alle spalle almeno una delle altre otto seconde per partecipare al play-off.

Ricordati i nostri bonus scommesse, vi segnaliamo che qui ci sono i pronostici della 10° giornata.